Sì, sarà una buona Pasqua, perchè Dio è con noi!

Santa Pasqua di Risurrezione 2017,

“Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. E’ risorto, non è qui” (Mc16,6). All’alba del primo giorno dopo il sabato, come narra il Vangelo, alcune donne vanno al sepolcro per onorare il corpo di Gesù, che, crocifisso il venerdì, era stato avvolto in fretta in un lenzuolo e deposto nel sepolcro. Lo cercano, ma non lo trovano: non è più nel luogo dove è stato sepolto. Di Lui rimangono solo i segni della sepoltura: la tomba vuota, le bende, il lenzuolo. Le donne, tuttavia, restano turbate alla vista di un “giovane vestito d’una veste bianca”, che annuncia loro: E’ risorto, non è qui”. Questa sconvolgente notizia, destinata a cambiare le sorti della storia, continua da allora ad echeggiare di generazione in generazione: annuncio antico e sempre nuovo.

Anche noi abbiamo vegliato con il cuore, quaranta giorni e quaranta notti, nell’attesa di poter udire questo annuncio. Anche i nostri cuori si uniscono a quelli di tutti i cristiani sulla terra in un sublime abbraccio di gioia: “Alleluia! Alleluia! Il Signore è davvero Risorto!”.

Anche noi corriamo, come San Giovanni e San Pietro incontro a quel Gesù che c’è, e non c’è più. C’è perchè oggi, come ieri, è sempre in noi: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt. 28,20).

E noi sappiamo che in ogni istante, anche quando siamo deboli e scoraggiati, Lui è qui, accanto a noi, per sostenerci, per consolarci, per accompagnarci lungo il nostro cammino. Non c’è più, perchè non è più nel mondo, non è più carne, ma solo sublime amore, spirito, divinità. E’ salito in Cielo e ci attende, là dove ha preparato un posto per noi: “In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre e voi in me e io in voi” (Gv 14,20).

E allora rallegriamoci, gioiamo: il Signore è Risorto ed anche tu risorgerai. Ma cerchiamo, prima ancora che venga quel giorno, di risorgere qui, sulla terra. Risorgere a vita nuova. Una vita più vera, più giusta, più piena. Una vita vissuta con il Vangelo nel cuore. Una vita all’insegna dell’amore, quell’amore che Dio riversa su di noi e che noi, almeno in parte, restituiamo a Lui amando a nostra volta i nostri fratelli. Perchè Dio è con noi!

Con i miei più cari auguri di Buona Pasqua!

Alessandro Ginotta

Cento giorni con GesùHai già letto “Cento giorni con Gesù”?

Non il solito commento al Vangelo, ma qualcosa di completamente nuovo.

Al lettore che sfoglierà questo libro basterà scorrere l’indice per rendersi conto che non si tratta del “solito” commento al Vangelo ma di qualcosa di completamente nuovo per approccio, stile, linguaggio e contenuto. Sai cosa vuole Gesù dalla tua vita? Quante volte ci siamo fatti questa domanda? Perché la mia preghiera non viene ascoltata? (e perché non è così…). Cento giorni con Gesù è una proposta per aiutarti ad affrontare il futuro in modo migliore, consapevole che nelle difficoltà, ma anche nelle gioie grandi o piccole di ogni giorno, non siamo soli, ma abbiamo al nostro fianco Cristo, che ci sorregge, ci consola, ci perdona, piange con noi e sorride con noi. Perché vivere bene si può, e con Gesù è meglio!

Alessandro Ginotta

Responsabile dell'Ufficio Stampa della Società di San Vincenzo De Paoli, Webmaster Cattolico, scrivo articoli (Spiritualità, Fede e Religione) per alcuni periodici cattolici.