Vai al contenuto

Un cortometraggio per la Giornata Mondiale della Pace

Un cortometraggio per la Giornata Mondiale della Pace

Il 1° gennaio ricorre la giornata mondiale della pace, è uno stimolo anche per tutte le giornate dell’anno ad essere operatori di pace.

La pace è un percorso, un lungo cammino per il futuro del mondo, nella consapevolezza di un avvicinamento alla natura, a Dio, agli altri e che ognuno deve fare la propria parte. Va ricercata e messa nelle opere in ogni momento.

Alla luce della guerra in Ucraina, dopo vari appelli di Papa Francesco di dare ognuno il proprio contributo oltre la preghiera, Elena Tasso e Giancarlo Mici hanno risposto ideando e realizzando un cortometraggio per la pace MI PASSI UN PO’ DI PACE? ispirato dalle parole di Papa Francesco dall’Atto di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, dal messaggio pasquale Urbi et Orbi della scorsa Pasqua e dall’omelia della messa della Divina Misericordia e da una preghiera dell’ideatrice del cortometraggio. È stato ideato come veicolo di pace tra i popoli.

La protagonista del cortometraggio è l’attrice Silvia Siravo nel ruolo di una ragazza che fugge dalla guerra, non è chiaro se è esteriore o interiore, ma comunque da un conflitto che l’ha portata all’oppressione e alla sofferenza, al buio di una grotta, dove a fatica riesce a trovare una via d’uscita. Una volta uscita però, lentamente riacquista fiducia in se stessa e negli altri, incontrando man mano la natura e la gente del paese che le porge un dono. Lei, memorizzando nei disegni questi doni acquista man mano la motivazione interiore della pace e diventa infine lei stessa portatrice di pace nel mondo.

A commentare le immagini con le parole del Santo Padre sono gli attori Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini e la stessa Silvia Siravo che legge una preghiera dell’autrice.

I ritratti dei simboli di pace sono realizzati da Maryam Pezeshki.

Il video, prodotto da Maria Paola Migliassi per Saint Production srl e MPM Management Productions srl, è stato realizzato sotto l’egida del Ministero della Cultura, Regione Lazio, LazioCrea S.p.A., Comune di Collepardo (FR) e LEV – Libreria Editrice Vaticana. E’ fruibile gratuitamente su YouTube all’indirizzo:

Elena Tasso dice che nell’ideare il corto ha sentito sempre più in crescendo tantissima pace.

C’è tanto bisogno di riavvicinarsi e incontrarsi, le relazioni e il quotidiano sono un po’ surgelati.

Umanizziamoci, non restiamo indifferenti a quello che succede!

Ritroviamo Dio, ritroviamo il Suo amore, Lui è con noi, è la luce nel buio!

Si rafforzi in noi maggiormente l’affidamento a Maria SS.ma che si evince nel corto. Lei, nostra madre, interceda per noi e il mondo intero, supplichiamola anche noi.

Portiamo frutto in tanti cuori e in tante zone nel mondo.

Il 21 settembre 2022, il cortometraggio è stato presentato a Papa Francesco, fonte di ispirazione, che ci ha incoraggiato a proseguire nell’opera.

E’ attualmente in concorso per il David di Donatello 2023.

In questo giorno un ricordo particolare e una preghiera per il Papa Emerito, Benedetto XVI che, accolto con amore misericordioso dal Signore, veglierà e intercederà per Papa Francesco, la Chiesa e tutti noi.

Io e Giancarlo Mici abbiamo avuto la gioia di incontrare Papa Benedetto XVI all’evento ‘Nuovi evangelizzatori per una Nuova Evangelizzazione’ il 15 Ottobre 2011.

Queste alcune Sue parole “Chi manderò e chi andrà per me?”, rispondete con lo stesso coraggio e la stessa fiducia del Profeta: “Ecco, Signore, manda me” (Is 6,8). Vi chiedo di lasciarvi plasmare dalla grazia di Dio e di corrispondere docilmente all’azione dello Spirito del Risorto.”.

Rendiamo grazie a Dio per la sua testimonianza d’amore, la sua mitezza, l’umiltà, il coraggio e per i suoi preziosi insegnamenti.

Agiamo nella mitezza e nella letizia, passiamo un po’ di pace.

Elena Tasso

Vuoi ricevere il commento al Vangelo di La buona Parola direttamente nella tua e-mail?

Iscriviti ora alla newsletter: è gratis e potrai cancellarti in ogni momento

Continua a leggere