Vai al contenuto

Dio ha bisogno di te!

Dio ha bisogno di te!

Dio ha bisogno di te. “Ma come? – risponderai tu – Dio che è onnipotente ed onnipresente, Lui che ha creato il mondo e con uno schiocco delle sue dita lo può distruggere, ha bisogno proprio di me?”. Sì, Dio ha davvero bisogno di te!

Il mio in(solito) commento a:
La vostra pace scenderà su di lui (Luca 10,1-12)

Potrei ribadire che la messe è abbondante e sono pochi gli operai (cfr. Luca 10,2). Potrei aggiungere che il raccolto è talmente consistente da costringere a cercare perfino gli operai dell’ultima ora (cfr. Matteo, 20, 1-16). Poi potrei ricordare che dopo i dodici apostoli Gesù inviò anche i settantadue discepoli (è il brano di oggi) eppure non basta ancora. O forse sì? Davvero Dio ha bisogno di tutti questi uomini, esseri imperfetti e spesso peccatori, per diffondere la sua Parola? Non basterebbe un suo cenno perché all’improvviso tutti gli esseri umani del mondo si convertano e credano al Vangelo? Certo che basterebbe! C’è qualcosa forse nell’intero universo che va oltre le capacità di Dio che lo ha creato?

Allora perché Dio ha bisogno di te? vuoi che te lo sveli? Perché ti ama. Ti ama così tanto che non può sopportare la tua distanza. Ti ama così intensamente che ti desidererebbe sempre con Lui. Ma il suo amore è così autentico che, per prima cosa, ti lascia la tua libertà. Anche se questo lo fa soffrire, anche se il suo cuore si stringe ogni volta che uno qualsiasi di noi devia dalla propria strada e compie il male. Egli sta lì, accanto a te, anche quando sbagli. Ad un tuo cenno è pronto a sostenerti, rialzarti, riaccompagnarti al sicuro. Ma se tu non lo cerchi, se tu non lo vuoi, se tu non desideri stare con Lui, Dio accoglie e rispetta la tua decisione e si mette in attesa che tu cambi idea. Ma anche questo non gli può impedire di amarti. Perfino il più grave dei peccati che tu potresti commettere non lo allontanerebbe da te. Lui ti sta accanto e ti ama, giusto o sbagliato che tu sia. Come un padre non può non amare i propri figli, perfino quando sbagliano, Dio che ci ama ancora di più, non può non continuare ad amarci. Ed a cercarci. Ed a volerci con Lui. Anche se fosse l’ultima ora.

Non allontanarti da Dio, perché Lui ha bisogno di te. Che tu sia saggio e buono o stolto e peccatore, Dio ti ama, non per quello che fai, ma per quello che sei: una sua creatura.  #Santanotte

Alessandro Ginotta

Il dipinto di oggi è: “La crocifissione di Mond”, di Raffaello Sanzio, 1502, olio su tavola, 279×166 cm, The National Gallery, Londra

Scopri di più da La buona Parola

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continua a leggere