La lettura creativa per volare sulle ali della fantasia

La lettura creativa per volare sulle ali della fantasia

Download PDF

Un laboratorio di Lettura creativa rivolto ai bambini dai 4 agli 11 anni. Il bel progetto finanziato dal Consiglio Centrale di Cuneo della Società di San Vincenzo De Paoli.

CUNEO – C’è il mondo in un libro! I libri sono ali che aiutano a volare i libri sono vele che fanno navigare i libri sono inviti a straordinari viaggi con mille personaggi l’incontro sempre c’è. La Conferenza Cuore Immacolato di Maria ha partecipato ad un bando del Consiglio Centrale di Cuneo con il progetto “Leggere per crescere, crescere leggendo”. Il finanziamento ottenuto  ha permesso l’avvio del laboratorio di Lettura creativa rivolto ai bambini dai 4 agli 11 anni delle famiglie italiane e straniere aiutate dall’associazione.

Le esperte di Sillabaria, vere professioniste di lettura ad alta voce e creativa che da anni operano presso la Biblioteca di Cuneo, hanno accolto con entusiasmo l’invito a collaborare con la Società di San Vincenzo De Paoli, e così da fine febbraio 2017, ogni venerdì pomeriggio, hanno coinvolto i “nostri bimbi” nel mondo fantastico della lettura.

I laboratori si sono articolati in un momento di presentazione della storia , la lettura della stessa e quindi l’attività creativa. I libri proposti erano ricchi di immagini che mostravano ambienti naturali diversi con la loro caratteristica flora e fauna al fine di stimolare la curiosità dei bambini ed incoraggiare la loro capacità di osservazione.

Con lo spirito rifocillato dalla fantasia, ed il corpo sostenuto dalle squisite merende preparate dalle volontarie della Conferenza di San Vincenzo, al termine della lettura interattiva i bambini si sono cimentati nella preparazione di un libro di grandi dimensioni utilizzando varie tecniche quali collage, strappo, disegno. Così ogni pagina è diventata l’espressione collettiva della storia ascoltata. Il “librone” è stato presentato ai genitori.  E’ stato bello vedere i bambini partecipare attivamente ed interagire con le esperte mostrando un’innocente spontaneità, una grande curiosità, entusiasmo e desiderio di scoprire “cose” nuove e acquistando via via più sicurezza nei loro interventi.

Un percorso che è stato arricchito con visite al Museo, al Parco Fluviale ed alla Biblioteca. Ecco un’occasione importante per conoscere meglio il territorio, favorire esperienze di condivisione e collaborazione tra culture diverse e, non ultimo, per contribuire alla crescita civica e sociale dei bambini.

Puoi aiutare anche tu questi progetti:

Quando compili il modulo 730, il CUD oppure il modello unico, ricordati di mettere la tua firma e il nostro codice fiscale:  96033240043 nel riquadro dedicato a “Scelta per la destinazione del 5×1000 dell’IRPEF”, nella sezione “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative…”:

A te non costa nulla, ma vale tantissimo

Anche se non sei tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi o presenti un documento diverso dal 730, puoi comunque donare il tuo 5×1000:

  • compila la scheda fornita insieme al CUD dal tuo datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione, firmando nel riquadro “Sostegno del volontariato…” e indicando il codice fiscale: 96033240043;
    inserisci la scheda in una busta chiusa;
  • scrivi sulla busta “Scelta per la destinazione del cinque per mille IRPEF” e indica il tuo cognome, nome e codice fiscale;
  • consegnala a un ufficio postale, a uno sportello bancario o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti…).

Devolvere il cinque per mille a te non costa nulla. Semplicemente, il 5 per mille dell’IRPEF che già paghi allo Stato verrà destinato all’associazione che tu vorrai scegliere. Non dovrai versare un solo centesimo in più, ma con la tua firma, avrai la libertà di decidere a chi fare arrivare il tuo contributo. Eh sì, la tua firma ha un grande potere! Se non effettuerai alcuna scelta, il tuo 5×1000 resterà allo Stato. E così… avrai perso un’occasione per dare quella mano che colora la vita (la tua e quella di chi tu aiuti).

GRAZIE, E RICORDA CHE DARE UNA MANO COLORA LA VITA!

La tua firma e il nostro codice fiscale sulla dichiarazione dei redditi non sono un dettaglio: per noi e per tante famiglie in difficoltà possono “cambiare il mondo”. Là dove gli aiuti non arrivano e il lavoro silenzioso, quotidiano, non fa notizia. Siamo qui per chiederti di fare un tratto di strada insieme a noi. Grazie per il tuo sostegno!

Vuoi invitarmi nella tua parrocchia?

Alessandro Ginotta
E’ sempre molto bello incontrare gente, poter spezzare la Parola con una lectio, oppure affrontare un tema di attualità alla luce del Vangelo… Parteciperò molto volentieri ed a titolo completamente gratuito ad incontri in Torino e prima cintura. Per trasferimenti più lunghi parliamone:
alessandro.ginotta@labuonaparola.it

Puoi contattarmi così:

Potresti aiutarmi con una piccola donazione?

Perchè donare? Perchè il blog La buona Parola non é finanziato da alcuna istituzione, né ecclesiale né governativa, ma sopravvive soltanto grazie alle donazioni dei lettori. Perciò ho bisogno anche del tuo aiuto per coprire i costi del server, dei servizi e delle attività che svolgo.
Grazie, grazie di cuore!