Aosta, al via i corsi di formazione per i volontari della San Vincenzo

Aosta, al via i corsi di formazione per i volontari della San Vincenzo

Download PDF

Tre incontri rivolti a coloro che vogliono impegnarsi per gli altri o che da tempo già lo fanno. Perché dare una mano colora la vita!

Che cosa vuol dire fare il volontario? Vuol dire che non si guadagna niente ma si diventa ricchi. Chiedetelo a qualsiasi vincenziano: donare un po’ del proprio tempo, un po’ delle proprie capacità è davvero un’esperienza unica. Indescrivibile. Ed il piacere è tanto più grande quanto più si aiuta chi ha bisogno a superare il dolore ed i disagi che ne travagliano la vita.

Entrare nelle case di chi si trova in difficoltà, condividere una buona parola, un sorriso, portare un piccolo aiuto, che può essere una borsa di generi alimentari, una mano a pagare un’utenza od un affitto. E’ questo ciò che fa normalmente un volontario della Società di San Vincenzo De Paoli. Molto spesso però più importante dell’aiuto materiale è saper ascoltare; condividere il dolore di chi ti sta accanto; fornire un buon consiglio. L’obiettivo è quello di accompagnare il bisognoso in un percorso di crescita personale che lo affranchi dalla sua attuale condizione.

Ma la povertà è difficile e rende complicata la vita del povero. Per questo il vincenziano deve essere adeguatamente preparato. Il Consiglio Centrale di Aosta della Società di San Vincenzo De Paoli ha organizzato un corso di formazione per fornire al volontario tutti gli strumenti utili a sapersi districare anche nelle situazioni più complesse.

Nel primo incontro, che si è svolto sabato 4 marzo, padre Gherardo Armani, consigliere spirituale nazionale delle Conferenze di San Vincenzo e Marco Guercio, coordinatore regionale Piemonte e Valle d’Aosta, hanno illustrato gli elementi chiave della spiritualità vincenziana ed il carisma del Beato Federico Ozanam, fondatore delle Conferenze. La parte centrale del corso è stata dedicata a quella che è la caratteristica peculiare che contraddistingue e differenzia la società di San Vincenzo De Paoli da tutte le altre associazioni caritative: la visita a domicilio del povero. Entrare in relazione con lui, là dove abita, conoscere da vicino la sua povertà per poterlo aiutare in modo più efficace. Analizzare le cause del suo bisogno per cercare di risolvere il problema alla radice e non solo fornire una risposta ad una necessità immediata. Questo è l’operato di un volontario della Società di San Vincenzo De Paoli.

aosta-al-via-i-corsi-di-formazione-per-i-volontari-della-san-vincenzo
Il corso è aperto a tutti e la partecipazione è completamente gratuita. E’ ancora possibile iscriversi. I prossimi due appuntamenti saranno: l’8 aprile ed il 20 maggio, dalle ore 15.00 alle 18.00 presso i locali del CSV di Aosta, in via Xavier de Maistre, 19.

Per informazioni è possibile telefonare al 346 3051255 oppure scrivere all’indirizzo: sanvincenzovda@libero.it

Alessandro Ginotta

Vuoi invitarmi nella tua parrocchia?

Alessandro Ginotta
E’ sempre molto bello incontrare gente, poter spezzare la Parola con una lectio, oppure affrontare un tema di attualità alla luce del Vangelo… Parteciperò molto volentieri ed a titolo completamente gratuito ad incontri in Torino e prima cintura. Per trasferimenti più lunghi parliamone:
alessandro.ginotta@labuonaparola.it

Puoi contattarmi così:

Potresti aiutarmi con una piccola donazione?

Perchè donare? Perchè il blog La buona Parola non é finanziato da alcuna istituzione, né ecclesiale né governativa, ma sopravvive soltanto grazie alle donazioni dei lettori. Perciò ho bisogno anche del tuo aiuto per coprire i costi del server, dei servizi e delle attività che svolgo.
Grazie, grazie di cuore!
Sono certo che apprezzerai anche il fatto che, su queste pagine, ho scelto di non inserire pubblicità.
Il tuo aiuto servirà anche per continuare a mantenere il blog sempre libero dagli annunci commerciali.