Mese: Novembre 2015

Diventare artigiani di pace per passare all'altra riva

Diventare artigiani di pace per passare all’altra riva

Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa nello stadio di Bangui. In mattinata la visita alla moschea: “Chi dice di credere in Dio dev’essere anche un uomo o una donna di pace”. Il Vangelo viene portato all’altare da un bambino su una piroga. Con questa immagine, che ricorda i primi missionari giunti nella Repubblica Centrafricana

Il Papa apre la Porta Santa a Bangui, capitale spirituale del mondo

Il Papa apre la Porta Santa a Bangui, capitale spirituale del mondo

Per la prima volta nella storia un Giubileo prende avvio non da Roma, ma dalla capitale della Repubblica Centrafricana, piccola nazione martoriata dalla guerra civile, città che bene incarna  la definizione di quella “periferia” tanto vicina al cuore di Papa Francesco. “Oggi Bangui diviene la capitale spirituale del mondo – queste le parole del Papa

Papa Francesco ai religiosi: Non si può zoppicare con entrambe le gambe

Papa Francesco ai religiosi: Non si può zoppicare con entrambe le gambe

Il Viaggio di Papa Francesco in Africa è giunto alla terza tappa. L’ultimo appuntamento pubblico in Uganda è stato l’incontro con i religiosi nella cattedrale di St. Mary, oggi ci sarà il trasferimento nella Repubblica Centrafricana e l’apertura della Porta Santa a Bangui. Il Santo Padre ha parlato a braccio ai religiosi, invitandoli a confessarsi

Con Gesù si può trasformare una parete in orizzonte

Con Gesù si può trasformare una parete in orizzonte

Nel pomeriggio il Papa ha incontrato oltre centocinquantamila giovani all’ex-aeroporto Kololo di Kampala. L’accoglienza è stata calorosissima e coloratissima. Il Santo Padre, dopo avere ascoltato le testimonianze dei ragazzi, ha messo da parte il discorso preparato ed ha parlato a braccio: “Ho ascoltato con molto dolore nel cuore la testimonianza di Winnie e di Emmanuel.

L'esempio dei martiri ugandesi e l'ecumensimo del sangue

L’esempio dei martiri ugandesi e l’ecumensimo del sangue

Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa a Namugongo. In questo luogo, alla fine dell’800, ventitrè anglicani e ventidue cattolici furono brutalmente assassinati perchè rifiutarono di rinnegare la loro fede. I martiri ugandesi “Oggi – ha esordito Papa Francesco – ricordiamo con gratitudine il sacrificio dei Martiri ugandesi, la cui testimonianza d’amore per Cristo e

Una catena umana di settantamila persone

Una catena umana di settantamila persone

La gioia è esplosa nello stadio Karasani di Nairobi all’arrivo di Papa Francesco. Settantamila ragazzi hanno danzato e cantato sulle note di “Hakuna matata”. Perfino il presidente Kenyatta ha improvvisato un trenino coinvolgendo anche la moglie e le autorità che gli stavano accanto. Il Santo padre ha messo da parte il discorso ed ha parlato

Le tre T di Francesco

Le tre T di Francesco

Papa Francesco visita lo slum di Kangemi, uno dei più poveri sobborghi di Nairobi dove la gente vive in condizioni di estremo disagio Qui mi sento a casa “Grazie per avermi accolto nel vostro quartiere”. Esordisce così Papa Francesco al suo arrivo nella baraccopoli di Kangemi: “In realtà, mi sento a casa condividendo questo momento

Scene da Nairobi

Scene da Nairobi

La pedana del direttore del coro immersa nel fango, gli alberelli piantati da Papa Francesco, una mitria di pelle di pecora e la battuta sul paracadute. Quattro pennellate per illustrare, da una prospettiva insolita, il primo viaggio di Papa Francesco in Africa. Nairobi tra fango e grattacieli La capitale del Kenya è così. Alti grattacieli

Papa Francesco: Per seguire Gesù si entra passando per la porta, non dalla finestra

Papa Francesco: Per seguire Gesù si entra passando per la porta, non dalla finestra

Papa Francesco incontra i religiosi a Nairobi, poi, dopo aver piantato un albero nel giardino della sede ONU, il grande discorso sul clima. “Nella sequela di Gesù si entra per la porta e la porta è Cristo, non si deve e non serve entrare dalla finestra, se qualcuno entra dalla finestra abbracciatelo e ditegli che

La famiglia, argine ai nuovi deserti dell’egoismo e dell’indifferenza

La famiglia, argine ai nuovi deserti dell’egoismo e dell’indifferenza

Due appuntamenti importanti nella mattinata di Papa Francesco a Nairobi: l’incontro ecumenico e interreligioso e la Santa Messa al Campus dell’Università. Piove a Nairobi. Un milione di persone, cattolici, cristiani, ma anche musulmani sono venuti a sentire le parole di Papa Francesco. Un’immensa distesa di ombrelli colorati ondeggia al ritmo delle danze. In questa atmosfera,

1 2 3
Developed By WPhost.pk